New trends of running shoes

Movimento

29 Agosto 2018

Le scarpe sono sempre servite a proteggere i piedi dal freddo e da superfici pericolose, e per aumentare il nostro confort. Da quando sono diventate un accessorio di moda e di identificazione sociale, questi nuovi valori hanno contribuito a guidare la loro evoluzione. Le scarpe da corsa, hanno visto a partire dagli anni ’70 un importante progresso tecnologico e di design, dettato da politiche di mercato delle case costruttrici.

Ad oggi esistono svariati sistemi di ammortizzamento e di controllo dell’arco plantare per la pronazione, ognuno brevettato dalla casa costruttrice. Quindi tanta scelta per il cliente finale, ma purtroppo sempre l’utente finale non ha competenze per capire quale sia il prodotto migliore per lui.

Quindi vediamo di fare un pò di chiarezza:

Ad oggi la scienza ha grosse difficoltà a dimostrare che l’utilizzo di una suola ammortizzata sia migliore di una scarpa più minimalista. Si è anche provato a dimostrare che l’altezza dell’arco plantare nella scarpa fosse di rilevante importanza, risultati a dir poco chiari. Altrettanto difficile da dimostrare che i così detti pronatori sono più soggetti a infortuni.

Sempre gli studi scientifici sono però riusciti a dimostrare che le scarpe con suole ammortizzate, rispetto a scarpe minimaliste o al piede nudo stesso, creano maggiori forze d’impatto maggiore velocità di carico, e maggiore stress all’articolazione femoro rotulea. Altri studi dimostrano che le scarpe con tanata ammortizzazione aumentano la richiesta metabolica della corsa e quindi il consumo di energia rispetto alla corsa a piedi nudi o con scarpe minimaliste.

Sempre la scienza dice che suole ammortizzate alterano i meccanismi che il corpo utilizzerebbe per ammortizzare in modo naturale gli impatti se fosse messo in condizione di correre con scarpe più minimaliste o a piede nudo. In poche parole più ammortizza le scarpe più posso caricare senza preoccuparmi, sarà la scarpa a fare il lavoro che dovrebbe fare il corpo… E non sembra una cosa molto logica in termini di salute. Sembra inoltre che queste scarpe ipertecnologiche possano portare i runner a una corsa non molto efficace con diminuzione di cadenza, aumento del tempo di contatto al suolo e una posizione non sempre naturale di tibia e piede durante l’appoggio. Inoltre sembra che sia richiesto un maggior impiego dei muscoli anteriori rispetto a quelli posteriori della gamba.

Ora ci troviamo quindi di fronte ad un problemino mica da poco:

La letteratura scientifica dice che bisognerebbe tornare al passato verso una corsa a piedi nudi, e il mercato dice l’opposto. Io mi ritengo uomo di scienza e quindi vi lascio immaginare a chi do ragione, ma questo non vuol dire che nel mio armadio manchino delle scarpe da corsa dal design accattivante.

Per aiutarvi nella scelta delle scarpe vi riassumo i punti salienti di quanto la scienza offre ad oggi:

  1. La forma dei piedi non dovrebbe guidare la scelta delle scarpe.
  2. La suola ammortizzata non riduce gli stress alle ossa e alle articolazioni, ma li aumenta (eccetto ai piedi)
  3. Le scarpe moderne influenzano la biomeccanica della corsa e favoriscono una tecnica meno efficiente e potenzialmente più traumatica.

 

Risulterebbe quindi ovvio pensare che la corsa a piedi nudi sia più sana, ma fate attenzione, squadra che vince non si cambia… Se siete abituati a correre in un certo modo (magari appoggiando il tallone) e se siete felici possessori di scarpe ammortizzate non preoccupatevi. O meglio, non cambiate niente se non avete avuto problemi fino ad oggi. Questo perché il vostro corpo si è adattato e fino a quando non lo maltratterete cambiando le quantità di carico (numero di allenamenti e intensità) molto difficilmente sarete accompagnati da infortuni.

Nel caso in cui invece gli infortuni continuino ad accompagnarvi fatevi pure qualche domanda, non per forza sarà stata colpa delle scarpe, ma chissà…

Il mio consiglio rivolgetevi ad un esperto… di scienza e non di scarpe.

REHAteam - Matteo Cappello, Fisioterapista - Bressanone, Alto Adige
Matteo Cappello
Fisioterapista

Matteo è titolare di REHAteam assieme a Stefanie.

La precisione e la meticolosità nell’organizzazione della struttura e nel rapporto con il paziente sono ciò che lo contraddistinguono.

Contatto
REHAteam

I nostri orari

Lunedì – giovedì
08:00 – 12:30
15:00 – 19:30

Venerdì
08:00 – 12:30
13:30 – 16:30

News e attualità

panoramica

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Utero
13 Luglio 2021
Ho un prolasso?
Che cos'è?

In caso di prolasso, gli organi si abbassano a causa di una debolezza dell'apparato di supporto (legamenti, tessuto connettivo, pavimento pelvico). A seconda dell'entità dell’abbassamento, si parla di prolasso intestinale, vescicale o uterino.
Quando l'utero si abbassa tende a spostarsi verso il basso nella pelvi. In casi estremi, può anche uscire parzialmente o completamente attraverso la vagina.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Cos'è l'incontinenza?
28 Giugno 2021
Cos'è l’incontinenza?
Purtroppo questo argomento è ancora un tabù

Se il pavimento pelvico non svolge correttamente i suoi compiti si può andare incontro a vari problemi. Uno di questi è l'incontinenza. Si parla di incontinenza quando ci sono perdite involontarie di urina, feci o gas.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - L’allenamento perfetto, scienza o fantascienza?
29 Giugno 2020
L’allenamento perfetto,
scienza o fantascienza?

Qual è il miglior allenamento per la maratona?
Come faccio a migliorare la mia prestazione sui 5000 metri?

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Perchè correre?
26 Maggio 2020
Perchè correre?

La corsa è uno degli sport più antichi e semplici che esistano, basta calzare un paio di scarpe (il grande Abebe Bikila ci ricorda che non servono neanche quelle) e iniziare a correre. Per alcuni può sembrare un’attività noiosa e faticosa, per altri invece è una passione o semplicemente un modo per stare in compagnia. Per me correre è molto di più.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - 5 consigli per iniziare a correre
21 Maggio 2020
5 consigli per iniziare a correre

La corsa è uno sport che attira sempre più persone nel mondo, tutti possono farlo, dal bambino all’anziano, basta comprare un paio di scarpe e partire.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Mal di schiena e disturbi del sonno: ecco come queste due situazioni si influenzano a vicenda.
18 Maggio 2020
Mal di schiena e disturbi del sonno:
ecco come queste due situazioni si influenzano a vicenda.

Quante volte ti sarà capitato di fare fatica ad addormentarti, di svegliarti più volte nel cuore della notte, di stare ore sdraiato a letto senza riuscire a prendere sonno. La mattina dopo ti senti esausto ed hai la sensazione di non aver riposato per nulla.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Ho un’ernia del disco. È grave?
4 Maggio 2020
Ho un’ernia del disco.
È grave?

Tanti sono spaventati da questa patologia, subito si pensa all’operazione chirurgica come unica alternativa ma, in realtà, chi sa veramente cosa significa avere un’ernia del disco?

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Ho mal di schiena, devo fare una risonanza?
29 Aprile 2020
Ho mal di schiena,
devo fare una risonanza?

Visto che probabilmente non siete i soli ad esservi già trovati in una situazione simile, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su questo argomento.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Mal di schiena? Non farti prendere dal panico - non sei solo!
27 Aprile 2020
Mal di schiena?
Non farti prendere dal panico - non sei solo!

Il mal di schiena è un problema molto comune e diffuso, una patologia che colpisce circa l’80% della popolazione almeno una volta nella vita. Quindi, se anche tu hai sofferto o stai soffrendo di mal di schiena, non farti prendere dal panico, non sei solo!

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Da dove provengono i miei dolori al ginocchio?
23 Gennaio 2020
Da dove provengono i miei dolori al ginocchio?

Hai dolore al ginocchio, ma non conosci la causa?

Molto probabilmente fai parte di quel 25% della popolazione che soffre di dolore non traumatico di ginocchio, uno dei principali disturbi che affligge le persone sopra i 40 anni.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Ho subito un infortunio al ginocchio... e adesso?
20 Gennaio 2020
Ho subito un infortunio al ginocchio...
e adesso?

Questo articolo ti aiuterà a capire meglio come affrontare questa condizione molto comune che affligge persone di ogni età.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Pensi che il nuoto faccia sempre bene?
11 Ottobre 2019
Pensi che il nuoto faccia sempre bene?

Dobbiamo ricordarci che il nostro corpo ha un’innata capacità di rigenerarsi, dobbiamo solo metterlo nelle condizioni giuste per farlo. Il tessuto osseo è infatti in continua trasformazione e si adatta in base agli stimoli che riceve.

REHAteam - Sala d'attesa, Reception - Bressanone, Alto Adige
18 Settembre 2019
Dolore al ginocchio?
Potrebbe essere artrosi...

In questo breve articolo cercherò di fare un po’ di chiarezza su una delle patologie croniche più comuni nella società moderna: l’artrosi.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Stretching: amico o nemico?
8 Luglio 2019
Stretching:
amico o nemico?

Ti sei sicuramente chiesto in più occasioni come e quando sia opportuno fare lo stretching, con quali modalità e tempistiche sia corretto eseguire gli esercizi o ancora quale sia effettivamente lo scopo dell’allungamento muscolare.

REHAteam - Fisioterapia, Terapia fisica, Fitness - Bressanone, Alto Adige - Correre non fa bene alla schiena: è vero?
12 Ottobre 2018
Correre non fa bene alla schiena:
è vero?

È vero che correre non fa bene alla schiena? Devo smettere di correre se ho mal di schiena? Correre mi rovinerà la schiena?

Per offrirti il miglior servizio possibile utilizziamo cookies. Continuando la navigazione sul sito vengono accettate le politiche dei cookie.